Come si utilizza un tritaghiaccio con sistema mixer e cosa può tritare. Info e guida pratica

Per molti il ghiaccio è sinonimo di estate, bevande, vacanze e mare. Certo, il ghiaccio risulta un ottimo compagno di viaggio in quelle situazioni, ma i suoi molteplici utilizzi lo rendono davvero un elemento culinario versatile e molto curioso.

Per avere tutto il ghiaccio che vi serve in cucina, però, dovrete anche avere un elettrodomestico che vi permetta di tritarlo come si deve, a seconda delle esigenze. In questo caso un tritaghiaccio è esattamente quello che vi ci vuole. Ma non esiste un tritaghiaccio unico e uno soltanto, bensì ne esistono di più tipi e tutti con funzioni differenti.

In questa guida ci concentreremo in particolare su quei tritaghiaccio che posseggono anche tutte le caratteristiche dei mixer e dei tritatutto in generale. A cosa possono servire? Come si usano? Che cosa possono tritare?

Panoramica generale

Qualsiasi elettrodomestico è davvero un apparecchio curioso. Le aziende propongono modelli e prodotti sempre più sofisticati e all’avanguardia, avendo l’obiettivo primario di portare ogni elettrodomestico a un livello superiore. In sostanza, lo scopo è sempre quello di progettare un dispositivo che sia adatto a più cose insieme.

Questo vale anche per un prodotto che sembra davvero fin troppo specializzato come il tritaghiaccio. Ripeto con insistenza che un tritaghiaccio non è mai uno e basta, ma ne esistono diversi. Dovendo parlare, nello specifico, di tritaghiaccio con sistema mixer, è bene ricapitolare i vari modelli in commercio.

Le famiglie di tritaghiaccio sono sostanzialmente tre: ci sono modelli manuali, modelli semi manuali e modelli totalmente elettrici. Se i primi, come suggerisce il nome, sono dotati di una specifica manovella che li aiuta a tritare il ghiaccio, i secondi propongono sia un sistema manuale di questo tipo, sia un motore elettrico.

Quello che però interessa a noi, a onor del vero, è il tritaghiaccio elettrico. Sì, perché solo lui può avere integrato un sistema mixer.

Tritaghiaccio elettrico: funzioni e utilizzi

Un tritaghiaccio di questo tipo diventa molto funzionale per diverse ragioni. Innanzitutto avrete, a seconda della potenza del motore che vi è montato all’interno, un elettrodomestico che riesce a produrre una quantità spropositata di ghiaccio. È una vera e propria macchina da guerra, adattissima a tutti gli utilizzi professionali.

Il motore infatti merita una speciale menzione: anche in questo caso esistono motori più potenti e motori meno potenti. Certamente quando si alza il livello del prodotto, si alza anche la potenza del motore. Più un tritaghiaccio è professionale e portentoso, e più garantirà una potenza in Watt degna di questo nome.

Il miglior compromesso per ogni tipo di utente è quello di stare sui 300 – 600 Watt. Questo intervallo di potenza ha più di un vantaggio: ha il miglior rapporto qualità prezzo (quindi solitamente non spenderete una cifra assurda e inarrivabile), garantisce un livello di lavoro molto duttile e performante (la potenza è sufficiente a tritare qualsiasi cosa in modo ineccepibile) e soprattutto non consumerà così tanto.

È chiaro che la qualità di un tritaghiaccio elettrico si vede da diversi fattori, come i materiali di costruzione (perlopiù acciaio), gli accessori e le lame. Grazie alle lame, che possono essere di diverso tipo e di numero variabile, potrete ritrovarvi con più di una modalità di tritatura. Quindi, a seconda della necessità, potrete scegliere se tritare il ghiaccio a neve, a pezzi grandi, a scaglie, a granella.

Insomma, come forse avrete capito, un tritaghiaccio elettrico è pur sempre un prodotto che si fa valere sul mercato ed è di solito il più gettonato proprio perché offre molteplici soluzioni. Tra le varie soluzioni, infatti, non è affatto strano che troviate un tritaghiaccio che abbia con sé il sistema mixer.

Tritaghiaccio con sistema mixer

Veniamo a ciò che più ci interessa: il tritaghiaccio con sistema mixer. È vero che si tratta di un prodotto molto specialistico, ma come abbiamo detto i tritaghiaccio stanno andando in una certa direzione: vogliono diventare elettrodomestici utili praticamente a tutto. Questo è il motivo fondamentale per cui un apparecchio di questo tipo ha spesso integrato il sistema mixer. Ma di cosa parliamo?

Un sistema mixer altro non è che un complesso sistema di lame che permette la tritatura di più cose, tutte differenti e di diversa fattura. Si capisce quindi che utilizzerete il vostro tritaghiaccio non solo per ridurre in poltiglia il ghiaccio stesso, ma anche molto altro. Vediamo quali cibi possono essere facilmente tritati.

Di solito questi elettrodomestici permettono di tritare qualsiasi tipo di verdura, frutta, frutta secca, patate, pane raffermo ed ogni altro genere di cibo. Avrete così la possibilità, in altre parole, di utilizzare il tritaghiaccio non solo per gelati, bevande, granite e frullati, ma anche per salse di vario tipo, puree di frutta, verdura o patate, pan grattato, ripieni per cibi che vanno infornati e molto altro.

Ricordate però che è molto importante che il tritaghiaccio in questione abbia almeno due velocità di lavoro: più velocità possiede e più sarà alta la potenza, e quindi avrete ancor più possibilità di tritare tanti cibi diversi.

Classe 1993, è sceneggiatore e autore. La sua grande passione per la scrittura d’ogni genere lo spinge a sperimentare diverse forme narrative, dalla prosa al cinema, e culmina nel 2015 con la pubblicazione del suo primo romanzo (“Nous”, Giovane Holden Edizioni). La scrittura però va di pari passo con la passione per la fotografia e il mondo tecnologico.

Back to top
Tritaghiaccio Migliore