Criteri di scelta per l’acquisto di un tritaghiaccio salva spazio: cosa valutare? Misure, utilizzo, prezzi

Il tritaghiaccio è un elettrodomestico che non dovrebbe mancare nella casa di ognuno di voi. Se poi occupa poco spazio, non crea ingombro ed è facilmente riponibile, diventa davvero un affarone. Sicuramente ci sono anche altri criteri da valutare per la scelta di un tritaghiaccio, e non sono pochi. Ma l’idea di poter occupare solo un piccolo angolo di cucina, senza togliere spazio ad altro, o di doverlo continuamente smontare e riporre in uno scaffale, fa un pò gola a tutti quanti. Se sei un amante del salva spazio, continua a leggere questa guida per scoprire i migliori prodotti della categoria.

Cos’è un tritaghiaccio e cosa può preparare?

Un tritaghiaccio, come dice la parola stessa, è un macchinario per lavorare il ghiaccio; ovvero lo trita in diverse dimensioni e spessore, in base a diverse modalità di utilizzo. Puoi ottenere una grana più o meno fine in base al tempo di utilizzo, oppure esistono macchinari che ti permetteranno di scegliere la dimensione e lo spessore della granella di ghiaccio fin dal principio. Questo è importante perché in base alla preparazione da effettuare, avrai bisogno del giusto apparecchio che ti permetta di ottenere le dimensioni desiderate del ghiaccio tritato. Le preparazioni che può realizzare sono diverse, il tritaghiaccio è una macchina molto versatile, e permette di creare le seguenti ricette:

  • Granita: un classico, molti tritaghiaccio ti permettono di poter creare delle gustose granite, di tantissimi gusti. Il ghiaccio per granite deve essere tritato molto fine.
  • Cocktail: l’idea di poter realizzare cocktail direttamente a casa è stupenda! Potrai organizzare feste ed aperitivi con gli amici servendo degli ottimi drink fatti in casa. Grazie al tritaghiaccio potrai preparare degli ottimi Frozen, il ghiaccio deve essere tritato in modo più grossolano rispetto alla granita.
  • Decorazione per cibi: hai mai pensato di servire i tuoi piatti come se fossi un vero chef? Grazie al tritaghiaccio, potrai ottenere della granella (anche in questo caso tritata in modo più grossolano) che si presta come letto ghiacciato per i tuoi piatti di crudo di pesce, crostacei e altro.
  • Servire della frutta fresca: perché no, anche usare la granella di ghiaccio per servire una deliziosa composizione di frutta, mantenuta costantemente fresca; un toccasana nei periodi estivi.
  • Conserve di alimenti deteriorabili: avere sempre a disposizione del ghiaccio e molto utile anche per poter conservare determinati alimenti per poi consumarli in un secondo momento.

Come è fatto un tritaghiaccio?

Il tritaghiaccio può essere sia elettrico o manuale; i primi funzionano tramite presa di corrente, sono veloci ed efficienti. Possono avere diverse modalità di velocità e sono perfetti per tritare grandi quantità di ghiaccio, soprattutto se si usano per un’attività commerciale. Un tritaghiaccio elettrico è generalmente formato da un corpo macchina dove è inserito un motore, un contenitore – che può essere rimovibile o meno, dove vengono messi i cubetti di ghiaccio e una vaschetta atta al raccoglimento del ghiaccio tritato. Infine le lame, che possono essere da due, quattro o sei, in base al modello, e sono rigorosamente in acciaio inox, per essere più resistenti e facilmente lavabili.

In base all’uso che se ne vuole fare, quindi domestico o professionale, i modelli possono essere più o meno costosi, con determinate capacità e prestazioni o dimensioni variabili. I modelli manuali, invece, sono molto più semplici strutturalmente parlando; possiedono un corpo – generalmente in plastica, o a volte anche acciaio– un tappo da dove si possono inserire i cubetti di ghiaccio, un recipiente che raccoglie le scaglie tritate e infine, le lame, sempre rigorosamente in acciaio. Il funzionamento però, è decisamente diverso; infatti al posto del motore, i tritaghiaccio manuali funzionano tramite una manovella, che girandola, da il via al processo di tritatura del ghiaccio. Questi modelli sono però più faticosi da utilizzare, peccano in velocità e si prestano più per un uso domestico che richiede poca quantità di ghiaccio. Il loro punto di forza però, è la compattezza, la facilità di trasporto ed il fatto che non creano assolutamente ingombro.

Design e funzionalità aggiuntive

Se possiedi un tritaghiaccio salvaspazio, un fattore sicuramente da non trascurare è proprio l‘estetica. Questo perché puoi tranquillamente riporlo in un angolino della tua cucina e lasciarlo esposto; per fortuna i modelli domestici, possiedono un design interessante che spazia dal classico al moderno elegante, tecnologico fino al retrò per gli amanti del vintage. Grazie a ciò, questi elettrodomestici diventeranno parte integrante del tuo arredamento. Inoltre, alcuni modelli, dispongono di funzioni aggiuntive, seppur molto poche. Esse consistono in spie luminose e acustiche, per segnalare la quantità di ghiaccio massima raggiunta, oppure la fine del processo di tritatura o altro ancora. Da non sottovalutare le gomme anti- scivolo, che possono essere dei semplici piedini in gomma per mantenere un appoggio stabile sul piano di lavoro, oppure delle potenti ventose. Altra funzione fondamentale, la possibilità di poter regolare la dimensione e lo spessore del ghiaccio, che non tutti i modelli possiedono.

Pulizia e manutenzione

Se si vuole mantenere il proprio prodotto a lungo, evitandone il deterioramento, è utile fare uso di qualche piccola accortezza; per esempio, lavando sempre i pezzi rimovibili del tuo apparecchio dopo ogni utilizzo. Pulire un tritaghiaccio è veramente semplice, basta appunto estrarre la vaschetta, le lame e il tappo e lavarli sotto l’acqua corrente o in lavastoviglie. Cosa fondamentale è asciugare il tutto meticolosamente, avendo l’accortezza di non lasciare residui di acqua stagnata, che provocherebbero la proliferazione batterica e quindi il deterioramento dei materiali.

I migliori modelli salva spazio

Le dimensioni quindi, devono essere tenute bene in considerazione prima dell’acquisto, facendo riferimento al proprio spazio lavoro a disposizione in cucina. in commercio se ne trovano per le più svariate esigenze di spazio; tritaghiaccio che arrivano a 50 cm e altri che non sfiorano nemmeno i 35cm. Riguardo i prezzi, potrete avere a disposizione una vasta scelta, a partire da 20 euro, dove troverete per lo più i modelli manuali molto compatti e semplici da usare, salendo già sui 30 con modelli anche elettrici e non ingombranti. Per modelli più completi, saliamo dai 40 ai 70 euro. Sui prezzi più alti, troveremo i modelli più professionali, che però comportano anche un certo ingombro, quindi sconsigliabili per un uso domestico dove è richiesto poco spazio disponibile.

Marche

La marca è anche importante, per avere la sicurezza di acquistare un prodotto affidabile. Le migliori al momento sono: Ariete, Todeco, Rigamonti, RVG, IBILI, Princess, Macom, Severin, Gastroback per citarne qualcuno a titolo esemplificativo.

Laureata all’Accademia Di Belle Arti, mi occupo prevalentemente di fotografia, possedendo solide competenze in diversi ambiti, quali grafica, editing, pubblicità e social media. Appassionata di scrittura da sempre, con un occhio di riguardo per il copywriting e la scrittura persuasiva.

Back to top
Tritaghiaccio Migliore