Guida alla scelta dei tritaghiaccio più economici: prodotti e prezzi

Adatto per il lavoro in un bar o per uso domestico, il tritaghiaccio è uno strumento fondamentale da possedere. Per alcune lavorazioni ci facilita senza dubbio la vita, velocizzando alcuni procedimenti che altrimenti richiederebbero parecchio tempo. Perfetti anche per intrattenere gli ospiti, sono disponibili in forme e dimensioni diverse, anche con uno stile retrò oppure moderno. Nel caso di un utilizzo domestico, i prezzi che troverete sono molto accessibili, consentendovi di portare a casa un modello molto economico ma dalle prestazioni ottime per l’utilizzo che se ne fa.

Come funziona un tritaghiaccio?

Un’importante distinzione da fare quando dovete acquistare un tritaghiaccio, è quella tra i modelli presenti sul mercato e il tipo di funzionamento. Non tutti i tritaghiaccio, infatti, possiedono un motore integrato o vengono alimentati tramite corrente elettrica. In giro si trovano anche modelli manuali o semi-manuali, che si differenziano per struttura e caratteristiche tecniche. Nonostante queste differenze, tutti i tritaghiaccio hanno comunque la funzione principale di tritare i cubetti di ghiaccio grazie a due lame in acciaio inox. L’elemento in acciaio è fondamentale perché il ghiaccio è molto duro ma allo stesso tempo parecchio sensibile al calore, per cui le lame sono più veloci a tritare il ghiaccio evitando che si sciolga per il surriscaldamento di queste ultime.

Le tipologie di tritaghiaccio

I tritaghiaccio per uso domestico, oltre ad essere più economici, hanno delle modalità di funzionamento diverse, tra queste ne distinguiamo principalmente tre:

  • tritaghiaccio elettrico
  • tritaghiaccio manuale
  • tritaghiaccio semi-manuale (detto anche ibrido)

Tritaghiaccio elettrico

Questa tipologia è molto diffusa, sia per apparecchi di uso domestico che professionale, e sono molto pratici e semplici da usare. Essendo totalmente automatico, funziona collegandolo alla presa di corrente. Questi modelli automatici possiedono una struttura più articolata rispetto agli altri. Sono formati da un corpo macchina che contiene un motore interno, una ciotola che serve a raccogliere il ghiaccio tritato e una bocca con lame in acciaio inox. Infine la parte superiore, che permette l’inserimento dei cubetti di ghiaccio e poi un coperchio per richiudere questa vaschetta. Il tritaghiaccio elettrico possiede solitamente delle funzioni aggiuntive utili soprattutto per tenere sotto controllo la produzione del ghiaccio tritato.

Tritaghiaccio manuale

Il modello manuale funziona tramite una leva o manovella, che si aziona a mano fino a tritare il ghiaccio e ottenere la quantità desiderata. Questo prevede uno sforzo non indifferente e tempi del processo di tritatura molto più lenti; per cui questi modelli non sono indicati per un uso professionale, per esempio in un bar, dove la velocità è praticamente essenziale. Possiedono una struttura più semplice e meno ingombrante e l’assenza di caratteristiche tecniche particolari li rende molto economici. Se state quindi cercando un prodotto a poco prezzo, da utilizzare saltuariamente per produrre poco ghiaccio tritato, è il prodotto che fa per te.

Tritaghiaccio semi-manuale

Questi modelli, detti anche ibridi, presentano entrambe le caratteristiche; ovvero, possono lavorare sia in modo automatico, oppure manuale tramite la manovella. Quindi se avrai bisogno di poco ghiaccio, si potrà utilizzare la modalità manuale, mentre per produrne in quantità, basta azionare quella automatica. Grazie a questo aspetto, sono macchinari versatili e adatti a qualsiasi esigenza del momento. Strutturalmente parlando, sono molto simili a quelli elettrici, in quanto presentano due vaschette, un motore interno e il coperchio trasparente. La manovella può trovarsi nella parte posteriore del corpo macchina oppure lateralmente. Peccato che questi modelli siano poco diffusi sul mercato.

Funzioni aggiuntive

Ti starai chiedendo sicuramente se un tritaghiaccio possiede delle funzioni extra o accessori; sono veramente poche, questo perché sono degli strumenti molto semplici ed essenziali. Ci sono modelli che possiedono una lucina LED o un segnale acustico che indica che il processo di tritatura del ghiaccio è terminato. Altri possiedono una spia luminosa che indica quanto ghiaccio bisogna inserire. Come accessori extra non troverete nulla, se non una semplice paletta per raccogliere il ghiaccio. Alcuni modelli ancora invece, possiedono dei piedini anti-scivolo che aiutano a mantenerlo saldamente posizionato.

Come scegliere il miglior tritaghiaccio economico

Se si vuole optare per un modello molto compatto e basilare, spendendo veramente poco e abbattendo i consumi elettrici, un tritaghiaccio manuale è perfetto. Bisogna ricordare però, che un modello manuale è consigliato qualora lo si debba utilizzare per produrre poche quantità di ghiaccio tritato, perché essendo azionabile manualmente -quindi tramite manovella- il processo si rivelerebbe lento e faticoso. Per quanto riguarda i prezzi dei tritaghiaccio manuali, ne possiamo trovare dai 20 ai 40 euro, tenendo sempre conto dei materiali utilizzati. Se puntiamo a dei modelli elettrici, il prezzo base sale leggermente, ma almeno avremo a disposizione più velocità e comodità per quanto riguarda la tritatura del ghiaccio. I prezzi variano da 30 a 80 euro circa per un tritaghiaccio elettrico.

Per quanto riguarda le marche più note dei modelli economici, al fine di compiere un buon acquisto, troviamo: Princess, GIRMI, Ariete, RGV, Todeco, IBILI per citarne alcuni.

Quanto consuma un tritaghiaccio elettrico?

Se la tua intenzione è quella di acquistare un tritaghiaccio elettrico, ti starai chiedendo se ciò potrebbe influire in maniere molto rilevante sulle bollette della luce. Questo non è assolutamente un problema, perché solitamente i modelli per uso domestico non consumano oltre i 300 Watt; non possiedono infatti motori potenti. Anche se si tratta di sessioni lunghe, il tritaghiaccio non è uno di quegli elettrodomestici che vengono usati quotidianamente, a parte per uso professionale.

Pulizia

Questi modelli domestici sono solitamente di dimensioni ridotte e facili da riporre dopo l’uso. Per far si che il proprio tritaghiaccio duri nel tempo, bisogna effettuare una pulizia meticolosa dopo ogni utilizzo e anche una manutenzione ogni tot di tempo. Tutti i modelli prevedono che la vaschetta del ghiaccio e le lame in acciaio inox sia removibili per poter essere lavate con facilità. Si consiglia di lavare i pezzi sotto l’acqua corrente o in lavastoviglie, evitando l’uso di prodotti aggressivi o non adatti a tal scopo. Prestare molta attenzione anche all’asciugatura dei vari pezzi, usando un panno in cotone, per non far stagnare l’acqua e creare muffe o cattivi odori. I materiali in acciaio inox sono più semplici da pulire di quelli in plastica, quindi valutate anche questo al momento dell’acquisto.

Laureata all’Accademia Di Belle Arti, mi occupo prevalentemente di fotografia, possedendo solide competenze in diversi ambiti, quali grafica, editing, pubblicità e social media. Appassionata di scrittura da sempre, con un occhio di riguardo per il copywriting e la scrittura persuasiva.

Back to top
Tritaghiaccio Migliore