Tritaghiaccio con spremiagrumi: quando è utile e come scegliere il migliore? Info e dettagli

Quando acquistate un elettrodomestico, o avete intenzione di farlo, c’è sempre un obiettivo, che è quello di coprire lo spettro più ampio possibile di funzioni. Tutti gli elettrodomestici ormai, infatti, non sono più pensati e progettati per assolvere un solo compito, ma almeno due o tre. Le differenze di prezzo, in sostanza, sono racchiuse tutte in questo fatto.

Quanto è duttile un elettrodomestico? A seconda della risposta, avrete un certo livello di prodotto a un determinato prezzo. Parlando poi di un apparecchio come il tritaghiaccio, è evidente che la domanda diventi ancor più rilevante: è un prodotto ben preciso, fin troppo specializzato, ma non è sempre così.

In questa guida vi mostrerò tutte le caratteristiche di quei robot da cucina che possono fungere sia da tritaghiaccio che da spremiagrumi (e a volte anche da tritatutto).

Partiamo dalle esigenze: ne avete bisogno?

Mi sembra più che importante e quasi decisivo parlare un attimo delle vostre esigenze. Senza addentrarci ora nelle dinamiche di costi e prezzi, che vedremo nell’ultimo capitolo, è bene che sappiate una cosa: questi apparecchi sono molto spesso costosi.

Se vi state chiedendo il perché, le motivazioni sono molto semplici: apparecchi di questo tipo hanno una meccanica e un design particolarissimi, studiati nei minimi dettagli per fornire all’utente una comodità e una facilità d’uso mai visti prima. Non solo, perché anche i materiali e la qualità propria dei modelli sono davvero encomiabili.

Arriviamo quindi al dunque: se cercate un apparecchio che funga sia da tritaghiaccio, sia da spremiagrumi e che sia allo stesso tempo qualcosa di non troppo impegnativo (a livello economico e di utilizzo, diciamo), beh non avrete molta scelta. I tritaghiaccio multifunzionali sono dispositivi costosi e professionali. Non esistono quasi più dei modelli basilari o da principianti, per così dire.

Non esistono prodotti “consumer”: ecco perché dovete fare bene i conti con le vostre esigenze. Ne avete davvero bisogno?

Cosa tenere in considerazione

Chiarito il punto sulle esigenze e le cose da comprendere prima di pensare a un qualsiasi acquisto, entriamo nel dettaglio di quel che ci interessa. Come spesso capita di dover fare, è bene stilare una lista di quello che va tenuto in considerazione per prodotti così professionali.

Se fate un giro su internet, vedrete che la conformazione di tritaghiaccio con la funzione spremiagrumi è sempre la stessa: modello elettrico con due teste. Una specifica per tritare il ghiaccio e una invece dedita a spremere gli agrumi. Due teste e un solo motore, ma entrambe possono sfruttare l’energia elettrica.

La prima cosa quindi da tenere in conto riguarda la potenza del motore stesso: più è alto il wattaggio e più il risultato sarà ottimo. Infatti la potenza determina perlopiù le quantità del prodotto in questione.

Non va poi dimenticato che ogni elettrodomestico di questo tipo ha delle caratteristiche tecniche importanti, tra cui le funzioni specifiche, quindi la scelta variabile nelle impostazioni. Sto parlando ad esempio di varie possibilità di velocità, che possono essere 2, 4 o 6 a seconda del modello.

Poi ci sarebbero i materiali stessi di costruzione dell’apparecchio, che devono essere di alta qualità perché hanno lo scopo di contenere due elettrodomestici in uno.

Come scegliere il migliore?

Per ogni elettrodomestico od oggetto elettronico ci si chiede sempre se esiste un modello migliore in assoluto. La domanda è più che lecita, ma la risposta è sempre la stessa: dipende.

Dipende da una serie di fattori e caratteristiche, ma in primo luogo dipende soprattutto dal cliente e dal tipo di utilizzo che ne vuole fare. Sicuramente esistono modelli migliori di altri, ma un prodotto migliore in assoluto non esiste affatto.

Dunque quali potrebbero essere quelli che si possono definire migliori? Va tenuta d’occhio in primis la marca: questa infatti non è solo una copertina, ma rispecchia perfettamente quello che è poi il risultato finale. Più il brand è famoso e conosciuto, e più l’apparecchio sarà buono.

Poi certamente non è secondaria nemmeno la lista di specifiche tecniche: è consigliato acquistare un tritaghiaccio di almeno 500 Watt, costruito con materiali metallici, con diverse possibilità di tritatura e spremitura, nonché con diversi accessori che possano completare altri lavori ancora.

Conclusioni e costi

Per chiudere il cerchio voglio ribadire un concetto: pensate bene alle effettive esigenze che avete, prima di acquistare un elettrodomestico di questa tipologia. Se non vi serve, farete bene a optare per dispositivi separati che fungano singolarmente da spremiagrumi e tritaghiaccio.

La questione delle esigenze può sembrare superflua, ma non lo è: ve ne accorgerete parlando del prezzo, che è tutt’altro che accessibile molto spesso.

Elettrodomestici che abbiano sia la funzione di tritaghiaccio che quella di spremiagrumi, infatti, si attestano sempre sopra i 500 euro. Questo parlando degli articoli più economici del settore, mentre quelli più costosi possono superare anche i 1500 euro.

Come vi dicevo, apparecchi di questo tipo sono veri e propri robot da cucina professionali. Capirete bene, quindi, che non sono adatti a tutti gli utenti e gli utilizzi.

Classe 1993, è sceneggiatore e autore. La sua grande passione per la scrittura d’ogni genere lo spinge a sperimentare diverse forme narrative, dalla prosa al cinema, e culmina nel 2015 con la pubblicazione del suo primo romanzo (“Nous”, Giovane Holden Edizioni). La scrittura però va di pari passo con la passione per la fotografia e il mondo tecnologico.

Back to top
Tritaghiaccio Migliore